NEVERDLESS FIRENZE - Codice di Condotta

Codice di Condotta

Articolo 1 - Sicurezza giuridica
Il fornitore/impresa applica ai contratti il diritto italiano. In caso di lite il fornitore s'impegna ad accettare l'intervento dell'organizzazione di consumatori in vista di una soluzione amichevole della controversia. In questo caso, se il consumatore è residente in un altro Stato si applica il diritto dello Stato di residenza del consumatore (si veda la regola n. 10 Reclami e composizioni delle liti).
Articolo 2 - Informazioni ai consumatori
Prima dell'invio di qualsiasi ordine d'acquisto, il fornitore informa correttamente ed in modo completo il consumatore. Le informazioni concernono: lo stesso fornitore (denominazione, forma giuridica, indirizzo completo, numero di telefono, E-mail, iscrizione alla camera di commercio, eventuali permessi e licenze); le caratteristiche essenziali dei prodotti e dei servizi offerti (compresi i servizi post-vendita e la garanzia); le foto e le illustrazioni hanno valore contrattuale; la disponibilità dei prodotti; le condizioni di consegna o di esecuzione del servizio (modalità di consegna, luogo, termine); il prezzo e le spese accessorie (tasse, trasporto, ecc.); quando non è possibile determinare con precisione un elemento del prezzo, in quanto variabile (ad esempio spese di spedizione in funzione del paese o del peso), bisogna comunicare il listino delle tariffe. I prezzi sono indicati almeno in lire e in euro; le modalità di pagamento e le divise accettate; le condizioni generali applicabili; esse devono essere identificate come tali, redatte in tutte le lingue utilizzate per la descrizione dei prodotti, e facilmente accessibili; la durata della validità dell'offerta; l'esistenza o l'assenza, la durata e le modalità dell'esercizio del diritto di recesso e di annullamento del contratto; la procedura di reclamo (si veda articolo 10).
Articolo 3 Procedura per l'ordine
La procedura per l'ordine dev'essere chiaramente individuata come tale. Il fornitore deve utilizzare una procedura per l'ordine, che permetta di limitare al massimo il rischio di errore da parte del consumatore ("triplo clic"): scelta degli articoli; visualizzazione della scelta effettuata; ricapitolazione completa: quantità , prezzo, costi di spedizione (a questo punto il costo totale deve essere comunicato al consumatore), termine di consegna del prodotto o di esecuzione del servizio; il consumatore, avute queste informazioni, deve avere la possibilità di confermare, modificare o annullare l'ordine. Il fornitore conferma l'ordine con l'invio di un messaggio personale (E-mail), che contiene il riepilogo dell'ordine e indica al consumatore che egli può annullarlo entro 24 ore. Se il consumatore non si attiva, il contratto è concluso
Articolo 4 - Termine per il recesso
Il fornitore concede un termine per l'esercizio del diritto di recesso di almeno 10 giorni dal momento della consegna del prodotto o della conclusione del contratto di prestazione di servizi. Durante questo termine il fornitore s'impegna a prelevare i prodotti consegnati o ad annullare i contratti di prestazione di servizi. In caso di esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore, possono essere poste a suo carico solamente le spese per la restituzione del bene; le somme già pagate gli saranno rimborsate entro 15 giorni. Le spese per la restituzione del bene non possono essere poste a carico del consumatore in caso di fornitura non richiesta, o di fornitura differente da quella pattuita. Il diritto di recesso non è applicabile ai contratti che hanno per oggetto la fornitura di prodotti personalizzati o su misura o che, per loro natura, non possono essere rispediti o sono suscettibili di rapido deterioramento, alla fornitura di giornali, periodici e all'acquisto di valori mobiliari. Il consumatore perde il diritto di recesso quando chiede la prestazione immediata del servizio. Questa richiesta dev'essere espressa ed essere preceduta dalla comunicazione che in questo caso si perde il diritto ad esercitare il recesso. Per i servizi on-line oggetto di abbonamento, il fornitore accorda un termine di prova gratuito di almeno 10 giorni lavorativi.
Articolo 5 - Pagamenti
I Il fornitore rilascia una fattura che riporta in dettaglio le spese e richiama le modalità di esercizio del diritto di recesso, all'occorrenza. Nel caso si tratti di servizi forniti on-line, questi dovranno essere accompagnati da un documento elettronico contenente gli stessi elementi della fattura. Il fornitore offre la scelta tra diverse modalità di pagamento. In ogni caso il fornitore non accetta pagamenti prima che l'acquirente abbia ricevuto la merce.
Articolo 6 - Protezione della riservatezza
Il fornitore informa il consumatore sui dati in suo possesso (compresi i cookies) e sulla loro utilizzazione. Informa inoltre sul diritto del consumatore di acceso e di rettifica di questi dati. Questa procedura è gratuita. Il fornitore raccoglie soltanto i dati che sono necessari in quel momento (esempio: dati personali quali il nome del consumatore o il numero della carta di credito, devono essere raccolti solo al momento in cui il consumatore compila il modulo d'ordine). Se il fornitore desidera raccogliere dei dati non necessari (preferenze, composizione del nucleo familiare, ecc.) deve farlo sotto forma di inchiesta facoltativa per il consumatore e nettamente separata dalla procedura d'ordine. Il fornitore permette al consumatore di scegliere se i propri dati possono essere trasmessi a terzi. Il fornitore permette al consumatore di scegliere se vuole o meno ricevere messaggi promozionali elettronici. Queste opzioni sono chiaramente indicate sul buono d'ordine.
Articolo 7 - Protezione dei minori
Il fornitore mette in atto delle misure specifiche per la protezione dei minori: i messaggi pubblicitari devono essere chiaramente identificabili come tali per il pubblico al quale tali messaggi sono diretti (in funzione dell'età ) e nettamente separati da giochi e concorsi, il fornitore non chiede ai minori di comunicare informazioni personali che riguardino loro stessi o altre persone; in nessun caso la comunicazione di informazioni provenienti dal minore può dare diritto a regali o altri vantaggi o condizionare l'accesso ad un servizio o ad un gioco; il fornitore non comunica a terzi alcuna informazione relativa a minorenni, ad eccezioni dei genitori o del tutore; il fornitore non esorta il minore a contrattare via Internet e prende le precauzioni necessarie affinchà� non lo faccia; il fornitore incoraggia i genitori o il tutore a controllare l'utilizzo di Internet che fanno i minorenni
Articolo 8 - Sicurezza delle transazioni
Il fornitore dispone di un certificato rilasciato da un organismo indipendente (Verysign, Belsign& ). Il fornitore utilizza delle procedure sicure per il trasferimento dei dati, in maniera particolare dei numeri delle carte di credito.
Articolo 9 - Collegamenti con altri siti
Quando il fornitore stabilisce collegamenti con altri siti deve indicare chiaramente al consumatore che sta lasciando il suo sito e lo invita a verificare che il nuovo sito disponga del logo "Web trader" rilasciato da una delle organizzazioni di consumatori della rete "Web trader".
Articolo 10 - Reclami e composizione delle liti Il fornitore s'impegna a comunicare al consumatore gli elementi di prova di cui dispone.
Il fornitore mette in opera una procedura interna di composizione delle controversie e designa un responsabile al quale il consumatore può rivolgersi in caso di problemi (indirizzo E-Mail, telefono, ecc.).
Il fornitore s'impegna ad accettare l'intervento dell'organizzazione di consumatori che ha rilasciato il logo in vista di una soluzione amichevole e rapida delle liti concernenti gli associati di una delle organizzazioni di consumatori della rete "Web trader".